Skip to main content

Questo test è disponibile anche nelle seguenti lingue:

Test The Office (versione USA)

Quale personaggio di The Office sei?

Lo stravagante mondo di The Office è pieno di personaggi buffi e adorabili che cercano di rendere il mondo del lavoro più divertente. Questo test determinerà se hai qualcosa in comune con i personaggi dello show.

A quale personaggio di The Office somigli? Per ciascuna delle seguenti domande, indica di seguito quanto ti corrisponde.

Domanda 1 di 35

Sono molto più forte delle persone con cui lavoro.

Non sono d'accordo
Sono d'accordo

CONTINUARE

Il Test The Office (versione USA) di IDRLabs si ispira alla metodologia psicometrica e si basa sulla ricerca sui personaggi di The Office.

Il test fornisce feedback come il seguente:

Michael Scott, l'iconico direttore regionale della filiale di Scranton della Dunder Mifflin, è un adorabile buffone che si considera un comico intrappolato nel corpo di un uomo d'affari. Armato di citazioni ispirate ricordate male, di infinite battute che fanno rabbrividire e della maturità emotiva di un bambino di quattro anni, cerca di ispirare i suoi dipendenti con discorsi motivazionali, evitando al contempo di lavorare davvero. Nutrendo una cronica mancanza di autoconsapevolezza e un disperato bisogno di piacere ai suoi dipendenti, crea un ambiente di lavoro caotico ma stranamente divertente, in cui il lavoro è secondario rispetto agli scherzi quotidiani. Michael è istintivamente egoista e ama essere al centro dell'attenzione ma, se sollecitato, ha una reale capacità di mostrare autentica cura e lealtà verso i suoi dipendenti, forse perché è completamente convinto della sua illusione che siano suoi amici. Questa ingenuità lo porta a oltrepassare i limiti, a interferire con la vita privata dei dipendenti e a fare battute politicamente scorrette, ma alla fine ciò deriva dall'istinto di decostruire la propria autorità e dal desiderio di piacere.

Jim Halpert, un venditore saggio e spiritoso e un affascinante romantico senza speranze, offre reazioni realistiche alle assurdità della vita d'ufficio. Conosciuto per la sua arguzia, gli scherzi al compagno di scrivania Dwight Schrute e la sua personalità carismatica, Jim è spesso in grado di riunire gli altri personaggi dopo il fallimento dei tentativi di Michael. L'umorismo di Jim deriva dalla sua capacità di mantenere un contegno rilassato di fronte alle eccentricità che lo circondano, sottolineando quanto sia ridicolo il suo posto di lavoro attraverso i suoi sguardi complici verso la telecamera. Nonostante il suo carattere distaccato e sarcastico, Jim è un individuo genuinamente gentile e premuroso. Il suo amore non corrisposto per la receptionist Pam Beesly è costruito su un'amicizia genuina che nasce dal desiderio reciproco di trovare gioia in un lavoro senza prospettive e di rendere il loro posto di lavoro più divertente. Lo sviluppo del personaggio di Jim è segnato dal suo viaggio da impiegato apparentemente disimpegnato a partner impegnato, padre e co-direttore, dimostrando la sua crescita e maturità nel corso della serie.

Pam Beesly, una fedele receptionist e volenterosa compagna di scherzi, agisce spesso come una figura materna la cui cura per tutti i suoi colleghi costituisce il nucleo morale dello spettacolo. Inizialmente presentata come una receptionist tranquilla e riservata, il suo fidanzamento senza amore e i suoi sogni di perseguire le sue passioni artistiche sembrano destinati a renderla una figura tragica. Tuttavia, trova la luce alla fine del tunnel sotto forma di una lenta e tacita storia d'amore con Jim, che alla fine le dà il coraggio di superare i suoi dubbi e di perseguire le sue ambizioni artistiche. Uscendo da questi cicli negativi, trova infine la sua voce in ufficio, passando da un ruolo apparentemente banale a un soggetto sicuro e assertivo. Uno dei pochi personaggi che riesce a destreggiarsi abilmente tra le dinamiche dell'ufficio e ad andare d'accordo con tutti, Pam Beesly è una persona simpatica e accattivante, la cui evoluzione colpisce il pubblico a un livello profondamente umano.

Dwight Schrute, l'eccentrico e ambizioso assistente del direttore regionale, è un esilarante megalomane con una convinzione del tutto infondata della propria autorità e superiorità. È intensamente devoto al suo lavoro e completamente in soggezione nei confronti di Michael Scott, nonostante il suo evidente disprezzo per Dwight. Occupandosi con assoluta serietà di ogni piccolo compito amministrativo, tenta di esercitare l'autorità su un ufficio che chiaramente non vuole allinearsi. Ferocemente competitivo e professionalmente motivato, Dwight crede di essere in competizione con i suoi colleghi venditori, nonostante la loro evidente apatia nei confronti del lavoro. Il suo stile di vita insolito, quasi amish, e la sua incapacità di cogliere gli spunti sociali portano spesso a interazioni imbarazzanti con i colleghi. Inizialmente, è troppo preoccupato per notare o preoccuparsi delle persone che si prendono gioco delle sue manie, ma con il proseguire dello show dimostra un maggiore cameratismo con gli altri personaggi, adottando il ruolo di "zio strano" nella loro disfunzionale famiglia d'ufficio.

Angela Martin, la fredda e giudicante direttrice del Comitato per l'organizzazione delle feste dell'ufficio, è sempre lì a rovinare la festa a tutti. L'amore di Angela per i suoi gatti supera di gran lunga quello per le persone che spesso vede come artificiose, liberali o comunque amanti del divertimento in un modo che lei disprezza. L'amore di Angela per i cardigan color crema, lo stile primi anni '50 e la mancanza di apertura emotiva trasmettono il suo atteggiamento conservatore. Condivide con Dwight Schrute l'amore per le regole e un atteggiamento spietato e competitivo, che costituisce la base di una storia d'amore nascente ma segreta che va contro i suoi valori religiosi (anche se chiaramente le piace la segretezza illecita di questa trasgressione, che le dà un motivo in più per mantenere una parvenza di perfezione altezzosa e conservatrice nei confronti dell'ufficio in generale). Nonostante l'antipatia generale per i suoi colleghi, la presenza severa e disapprovante di Angela fa da esilarante contraltare alle buffonate dell'ufficio.

Ryan Howard, il precario ambizioso e esperto di tecnologia, è il simbolo di molti giovani imprenditori fastidiosi che parlano solo in gergo commerciale e credono sempre che la loro applicazione sarà la prossima grande novità. Arrogante e sprovveduto, Ryan pensa di essere migliore di tutti quelli con cui lavora perché ha frequentato una scuola di economia e finge di capire i social media. A causa della sua natura ambiziosa, si sente sminuito dal suo lavoro temporaneo e dai tentativi di Michael di insegnargli il mondo degli affari di cui chiaramente non sa nulla. La sua relazione tira e molla con Kelly Kapoor rivela l'incapacità di superare una dinamica complicata con i colleghi della Dunder Mifflin. Cambiando continuamente acconciatura, mostra il desiderio di reinventarsi, anche solo tingendo i capelli con punte colorate in stile Justin Timberlake dei primi tempi. Nonostante i brevi momenti in cui sembra essere all'altezza del suo potenziale lavorativo, spesso torna strisciando dagli umili colleghi che ha sempre guardato dall'alto in basso.

Kevin Malone, il contabile insolitamente amabile, raramente capisce cosa sta succedendo, nonostante pensi di essere un genio machiavellico. Non c'è allusione, intenzionale o meno, a cui Kevin non rida, anche se non capisce bene la battuta. Fa apertamente battute perverse e offensive, il che sarebbe inquietante se non fosse chiaramente un uomo semplice, bonario e innocuo. Nonostante il suo approccio alla vita senza pretese, Kevin è sempre alla ricerca di opportunità per infrangere sottilmente le regole, tra cui la produzione di birra alla scrivania per aggirare il divieto di portare birra in ufficio. Sebbene non sia molto amico di nessuno in ufficio, in generale è benvoluto e sembra contento di essere nel proprio mondo, elaborando piani strampalati che in realtà sono molto meno intelligenti di quanto sembrino nella sua testa. Il fascino di Kevin Malone risiede nella sua semplicità e nella gioia che porta in ufficio, che ne sia consapevole o meno.

Il Test The Office USA si ispira alla ricerca sulla letteratura e sulle pratiche metodologiche pertinenti. Sebbene il quiz The Office USA si ispiri a campi di ricerca, non può essere utilizzato per fornire valutazioni cliniche o una valutazione accurata della personalità. Le valutazioni cliniche devono sempre essere effettuate in collaborazione con un professionista della salute mentale. Per ulteriori informazioni sui nostri test e quiz online, consultare i nostri Termini di servizio.

Test The Office (versione USA)

Perché utilizzare questo test?

1. Gratuito. Il Test The Office USA viene fornito gratuitamente e consente di ottenere i propri punteggi relativi ai personaggi dello show televisivo.

2. Controlli statistici. I punteggi dei test vengono registrati in un database anonimizzato. L'analisi statistica del test viene condotta per garantire la massima accuratezza e validità dei punteggi.

3. Realizzato da professionisti. Il presente test è stato realizzato con il contributo di persone che lavorano professionalmente nella psicologia e nella ricerca sulle differenze individuali.